fbpx

 

Newsroom

Le news dal mondo Sys-Dat

NotizieLo Smart Working ed il suo futuro

27 Novembre 2020

Oltre il covid – qual è il futuro dello smart working

L’emergenza covid-19 ci ha costretti a casa, ma ha dato l’avvio ad un nuovo modo di vedere il lavoro

Nel 2020 nessuno di noi è stato esente da problematiche riguardante il Covid. Chi più chi meno, tutti abbiamo dovuto affrontare la situazione e abbiamo dovuto modificare – a volte rivoluzionare – le nostre abitudini sia dal punto di vista del tempo libero, ma soprattutto sul fronte lavorativo.

Lo smart working, ove possibile, è stato per mesi obbligatorio in tutta Italia ed è ancora consigliato dai governi di tutto il mondo.

Nel 2019 lo smart working riguardava circa 570.000 lavoratori, per lo più di grandi imprese. Il 2020 ha invece costretto quasi 7 milioni di italiani a passare dal lavoro in ufficio alla modalità agile.

Le video conferenze sono uno dei tanti modi per restare in contatto con clienti ed impiegati

Secondo il blog di osservatori.net lo smart working è stato utile a migliorare le competenze digitali di oltre il 70% dei dipendenti che, per forza di cose, si sono dovuti adattare e spesso hanno fatto fronte da soli alle problematiche che erano di competenza del settore IT.

In questo momento il lavoro da casa si configura come la nuova normalità. Molte aziende hanno lasciato piena libertà di scelta ai dipendenti, spesso aiutandoli con l’acquisto di portatili o altri beni di prima necessità per il lavoro.

In altri casi la pandemia ha fatto scoprire ad altre aziende le infinite possibilità delle video-conferenze, adattandosi in ambiti dove prima sembravano del tutto fuori contesto.

Nota finale: questo articolo è stato scritto in smart working 🙂

SAP Business, eCommerce, CRM, ERP Palermo Logic One Sys-Dat Group

Via Marchese di Villabianca, 209 – Palermo
P. IVA 06285010820

Dati aziendali